Italiano
PER VENDERE O PER AFFITTARE IL TUO IMMOBILE
AFFIDATI ALLA NOSTRA PROFESSIONALITA’

Residenza Villa "La Salette"

4.500.000 €
1500 m2
Codice
V001270
Città
Torino
Categoria
Villa
Locali
20
Mq Giardino
20000
Classe energetica
In fase di valutazione
Stato Immobile
Buono
Grado
Signorile
Posizione
Collina
Panorama
Vista Monti
Lati Liberi
4
Giardino
Privato
Arredi
Non Arredato
Tipo Soggiorno
Doppio
Tipo Cucina
Abitabile
Riscaldamento
Autonomo
Tipo Riscaldam.
Caldaia
Tipo Impianto
Radiatori
Fonte Energetica
Metano
Acqua Calda
Autonoma
Infissi
Legno
Serramenti
Buono
Persiana
Persiana Legno
Pavim. Giorno
Parquet
Pavim. Notte
Ceramica
Pavim. Cucina
Ceramica
Pavim. Bagno
Ceramica
Accesso Disabili
NO
Nella collina torinese di strada Fenestrelle proponiamo in vendita una proprietà esclusiva denominata Villa «La Salette».
L’edificio principale, edificato a partire dalla fine del 1600, si sviluppa su tre piani oltre al mansardato e attualmente si compone di sei unità abitative.
La facciata principale è orientata a sud e gode pertanto di una straordinaria luminosità oltre che di una vista panoramica unica.
La metratura catastale complessiva della villa è di oltre 1.000 mq.
La ristrutturazione degli attuali proprietari è stata realizzata tra il 1980 e il 1982.
Il riscaldamento è a metano e gli impianti delle varie unità sono già indipendenti.
I serramenti sono in legno a vetro singolo e hanno mantenuto i disegni originari.
La pavimentazione è prevalentemente caratterizzata da palchetti pregiati.
La villa è servita da un'ampia autorimessa privata interrata.

CENNI STORICI
La Villa deve il proprio nome ai Padri Missionari di Notre Dame De La Salette che l’hanno abitata dal 1932 al 1979.
La denominazione originale era Vigna Calcina dal nome dei musici e dei cantori del Teatro Regio di Torino che ne ordinarono la costruzione sul finire del XVII secolo.
Il primo documento che fa riferimento al «Calcina» risale al 1698.
La villa padronale è stata costruita in stile barocchetto piemontese impreziosito da cornici e rosoni di epoca romantica, con annessa chiesetta privata, affrescata nel 2000, su incarico degli attuali proprietari Vercellin, dal pittore Bruno Molinaro.
Nell'Ottocento l'edificio fu ampliato dall'ing. Piana e subì successive modifiche, come anche il giardino. Nel 1891 passò ai Waser, progettisti, tra l’altro, della funicolare di Superga, quindi alla prima Casa di produzione cinematografica di Torino; nel 1905 subentrò la famiglia Cirio e infine i padri Missionari della Salette.

LA CHIESA
Adiacente alla villa fu eretta una cappella di circa 80 mq.
Nel 2000 fu affidato al pittore Bruno Molinaro il compito di rivisitarne gli affreschi, in particolare quelli della cappella.
Ancora oggi la chiesa è sede di matrimoni e di battesimi della famiglia Vercellin, attuale proprietaria.

IL PARCO
La villa padronale è inserita nel verde della collina torinese che domina il borgo di Madonna del Pilone.
Oltre che l’ampio giardino dominante sulla via Fenestrelle, riccamente piantumato, la proprietà gode di oltre 15.000 mq di terreni circostanti, formanti un unico corpo con la villa, una parte dei quali coltivati ancora oggi a vigneto.
La vista spazia dalla sottostante città all’arco alpino.
Tutte le aree verdi sono collegate da graziosi vialetti alberati che si dipanano tra Giardini e aiuole fiorite.

LA VILLETTA DEL CUSTODE
A lato della casa padronale, è stata edificata una villetta dalle metrature generose.
La casa si sviluppa tutta su un piano e misura 184 mq. catastali.
La villetta si compone di un soggiorno, quattro camere, doppi servizi oltre a un soppalco con un’altezza di mt. 2,50.
L’abitazione gode di un giardino privato all’interno del parco della casa padronale.
Il riscaldamento è autonomo a metano.

PARLANO DI NOI
La bellezza della villa e del suo incantevole parco, un vero e proprio eremo a due passi dalla città, sono stati oggetto di interesse di molti storici del Piemonte che ad essa hanno dedicato numerose trattazioni.
Nel 1791 Giovanni L. Grossi nel suo testo “Guida alle cascine e ville del territorio di Torino e suoi contorni”, annoverò Vigna Calcina come “vigna del sig. Giacomo Belli impresario situata lungo la Strada di Fenestrelle”.
A lui si sono succeduti nel raccogliere aneddoti ed elementi storici Remo Gigliè, Domi Riammoglio, Giovanni Maria Russo ed Elisa Gribaudi.


Video

Mappa

Strada Fenestrelle 117, Torino (TO)

Condividi

Cookie preference